CSA Depistaggio

Tuesday, Jun 02nd

Last update08:05:09 AM GMT

RSS Feed
You are here: Home
Friday, 30 September 2011 10:40

Uniti contro la crisi//Uniti per l'alternativa

Written by  Administrator
Rate this item
(0 votes)

nocrisiIl 7 settembre è passata al Senato - con l'ennesimo voto di fiducia - la famigerata manovra finanziaria, quella che dovrebbe portare i conti pubblici in ordine e salvare il sistema Italia.

Anncora una volta si vuol far pagare la crisi economico-finanziaria a chi ha meno, ai lavoratori dipendenti ed ai precari, ai pensionati e agli studenti.

Questa finanziaria - approvata con i soliti trucchi mediatici per nasconderne il reale contenuto ed i suoi effetti nefasti sul paese reale - è un duro attacco ai diritti del lavoro ed alla democrazia nel nostro paese.

E' un provvedimeto profondamento iniquo e classista che, difatti, introduce psanti tagli alla spesa pubblica e aumenta le tasse sui consumi primari (l'Iva).

Ma la punta dell'attacco sferrato ai diritti sociali è costituito senz'altro dall'art 8 del decreto che prevede di derogare con Contratti aziendali i Contratti collettivi nazionali di lavoro.
Questa norma garantirebbe il licenziamento "facile" da parte delle aziende e aprirebbe alla possibilità per il datore di lavoro di introdurre elementi di disciplinamento e di controllo sui luoghi di lavoro senza precedenti per intensità di penetrazione su ciascun individuo-lavoratore.

All'interno del percorso di "Uniti contro la crisi", che ci ha visti protagonisti nei mesi passati, avviamo una campagna di contro-informazione sugli effetti negativi di questa ennesima manovra finanziaria ed in particolare dell'art 8 del decreto, che di fatti punta a far diventare il modello Fiat un modello per il Paese (si torna indietro di 100 anni!!!).

La prima tappa di questo percorso è costituito dalla Giornata europea dell'indignazione - il 15 ottobre - che vedrà confluire i a Roma (ed in altre capitali europee) i movimenti sociali e le organizzazioni sindacali per rilanciare l'opposizione sociale alle politiche di austerità imposte da FMI, OCSE e BCE e contro i privilegi della casta e dei padroni.

Siamo a Settembre e fa caldo... e l'Autunno si preannuncia ancora più caldo.

Noi la crisi siamo stanchi di pagarla

csa depistaggio//fiom//

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.