CSA Depistaggio

Tuesday, Sep 17th

Last update08:05:09 AM GMT

RSS Feed
You are here: Glocal Depistaggio Corteo contro le trivellazioni: 22 Dicembre ore 15 Gesualdo (AV)

Corteo contro le trivellazioni: 22 Dicembre ore 15 Gesualdo (AV)

  • PDF

stessaterrastessalotta
Il territorio sannita ed irpino è stato preso d'assedio dalle multinazionali petrolifere. Vi sono infatti 4 progetti riguardanti la ricerca di idrocarburi in Campania, e tutti colpiscono l'Irpinia ed il Sannio. Due delle istanze hanno già avuto parere favorevole, tra cui il Progetto Nusco, con il suo pozzo esplorativo ubicato a poche centinaia di metri dal Centro Urbano di Gesualdo, in provincia di Avellino.

I comuni della vicina regione Basilicata stanno già subendo da alcuni decenni una devastazione ambientale legata alle estrazioni petrolifere, che ha comportato un incremento dei casi di inquinamento delle acque, dei suoli e dell'aria ed una profonda crisi sociale ed economica, che ha portato al depauperamento del territorio, anche sotto forma di perdite di posti di lavoro. Infatti le compagnie petrolifere senza scrupoli sono entrate prepotentemente nei territori comprando il diritto di devastare mediante royalties ed accordi con gli amministratori e tecnici, i quali se da una parte sembrano muovere battaglie contro, dall'altra autorizzano le ricerche e le esplorazioni con atti ed inadempienze.

La ricaduta occupazionale dei progetti di estrazione è circa pari a zero, in quanto se da un lato saranno impiegati alcune centinaia di tecnici specializzati, tra l'altro provenienti da altre regioni, dall'altro coloro che in questi anni hanno trovato occupazione nei settori dell'agricoltura e dello sviluppo sostenibile avranno problemi di chiusura di aziende agricole con conseguente perdita di posti di lavoro.

Non c'è alcun vantaggio e nessun progresso se i luoghi di produzione saranno soggetti ad inquinamenti delle falde acquifere e dei suoli, se il paesaggio e l'ambiente saranno soggetti a degrado, se le economie tradizionali saranno soggette ad un drastico ed irreversibile cambiamento. Inoltre le tecniche di estrazione potrebbero alimentare e favorire il rischio sismico, in territori, come quelli dell'Irpinia e del Sannio, già di per se ad un elevato rischio.

Dobbiamo reagire, unire le comunità in difesa del nostro patrimonio, del nostro diritto a vivere e non farci derubare e depredare. Se resteremo a guardare passivamente, delegando ad altri la soluzione ai nostri problemi, e non costruiamo un grande mobilitazione del nostro territorio, consentiremo ancora una volta alle istituzioni ed alle multinazionali dell'energia, di agire indisturbati e garantire gli interessi dei grandi capitali a discapito degli interessi della collettività.

Domenica 22 Dicembre ore 15.00 GESUALDO (AV)

CORTEO CONTRO LE TRIVELLAZIONI

NO TRIV SANNIO-IRPINIA

STESSA TERRA, STESSA LOTTA!