Il CARTELLA siamo noi.

 

cartellabruciato5
Il Cartella siamo noi.

Questa notte un incendio di natura dolosa ha completamente distrutto il CSOA Angelina Cartella di Reggio Calabria, quartiere Gallico. L’incendio è di chiara natura nazifascista, considerando le scritte rinvenute all’interno dello scheletro dello spazio occupato.

Purtroppo a nulla sono valsi gli appelli che in questi giorni le compagne ed i compagni del Cartella avevano lanciato, bersaglio di continue minacce ed azioni di sabotaggio.

Oggi il disastro. Una mano fascista nella notte ha appiccato il fuoco che ha completamente distrutto il centro sociale calabrese, il più antico e conosciuto punto di socialità alternativa della Regione. E’ gravissimo che venga colpito uno spazio a sud che lavorava e lavorerà sicuramente per il sud. Un sud troppo spesso usato come laboratorio di politiche repressive ed escludenti. Quel sud capace di solidarietà mentre la politica cercava di scatenare una guerra tra poveri istituendo i campi lager per immigrati della protezione civile. Quel sud capace di risposte nette e ferme alla devastazione del proprio territorio.

Il Cartella rappresentava una risposta alternativa a tutto questo e per questo è stato colpito.

In un periodo di crisi e repressione come quello che stiamo vivendo, uno spazio liberato come il Cartella rappresentava, e continuerà a rappresentare, la migliore risposta alle politiche di austerity, alle battaglie con i migranti ed alla pantomima tutta italiana delle grandi opere (vedi ponte sullo stretto).

Le compagne e i compagni del CSOA DEPISTAGGIO di Benevento esprimono la loro piena ed incondizionata solidarietà al CSOA Angelina Cartella.

Per sempre antifascisti.