CSA Depistaggio

Saturday, Feb 22nd

Last update08:05:09 AM GMT

RSS Feed
You are here: ::live::

::live::

NINFEA - ADE TOUR 2011 in concerto

  • PDF

ninfea

Ninfea nascono nel 2001 con il nome di Glimpse, con una formazione differente da quella attuale. Oggi la line up è composta da: Alessio Ligorio (voce e chitarra), Gennaro Miceli (basso) e Pietro Cinieri (batteria). La band all’attivo conta: il singolo “Magica”, prodotto nel 2004, che due anni dopo prenderà posto in una compilation nazionale “Suoni da un altro Pianeta” prodotta da Milosci Records; l’ep “Non Oltre”, datato anno 2006, che mette sotto i riflettori la band con qualche recensione di alcune riviste musicali nazionali; infine, “ADE” il disco d’esordio dei Ninfea che vedrà la luce nel 2011, grazie all’etichetta Killerpool Records. L’attività live, dagli esordi ad oggi, si intensifica in maniera notevole; i Ninfea partecipano infatti, a diversi Festival, anche a livello nazionale, ed in alcuni casi ricevendo anche dei premi e riconoscimenti. Inoltre i Ninfea dividono il palco con: Ricky Portera, Andrea Braido, Ronin, Marla Singer, RumoreRosa, Zen Circus e tante altre band interessanti nel campo della musica emergente. Facendo un passo indietro, quando il trio abbracciava la lingua inglese, ricordiamo Silvio Ferrara (basso) e Francesco Lanzo (batteria). Realizzano quindi il primissimo ep in presa diretta “Myself or Nothing”, che riscontra un grande successo sul vecchio portale musicale “Vitaminic”; il singolo “Hate Me”, ed il secondo ed ultimo ep con il nome di “Silent Breath”. La band attende con ansia i riscontri del primo lavoro discografico ufficiale, cercando inoltre di ampliare ulteriormente l’attività.

GLOBETROTTER in concerto

  • PDF

 

globetrotterGenere: Math Core
Membri:
Guitar & Bass : Giovanni Nazzaro
Batteria: Danilo Peccerella

Biografia
I Globetrotter sono un gruppo Math Core di Benevento. Formati nel 2009, sono sempre alla ricerca di sonorità sperimetali cercano di non dar limite a nessuna idea creando un genere fuori dagli schemi del rock tradizionale, caratterizzato da una complessa ed insolita struttura ritmica, melodie angolari, da accordi dissonanti e da una grande sperimentazione tecnica.

ingresso a sottoscrizione

CHAT NOIR in concerto

  • PDF

 

204467 10150119655820028 102947170027 6648910 7769033 oChat Noir è un trio che parte dal jazz vero e proprio per poi esplorare territori e sonorità contaminate da generi totalmente diversi. Un trio che abolisce il tradizionale concetto di leader e sideman, e favorisce l'agire dei singoli membri in modo completamente equiparato. Un trio che, attraverso le proprie composizioni, ha il coraggio di esprimersi con un linguaggio personale. Quello che ne risulta è una musica corale ed evocativa che fa degli Chat Noir un fenomeno che si distingue da molti gruppi che operano in ambito jazzistico. Il titolo del nuovo album prende spunto dalla pietra dotata della proprietà magica di prevedere le condizioni meteorologiche. Uno strumento rudimentale e concreto solo in apparenza, che costituisce il connubio tra cielo e terra, materiale ed immaginario, presente e futuro. La musica contenuta in "Weather Forecasting Stone" racchiude tutto questo in sette composizioni originali, da ascoltare tutte d'un fiato. Sebbene la line-up sia quella di un classico piano trio (Michele Cavallari al pianoforte, Luca Fogagnolo al contrabbasso e Giuliano Ferrari alla batteria), il sound si discosta dai canoni del jazz tradizionale. Infatti l'architettura sonora dei brani privilegia gli aspetti compositivi e di arrangiamento, con l'intento di esaltare il lirismo delle composizioni piuttosto che le doti tecniche dei singoli musicisti. Il suono degli strumenti acustici è arricchito dall'utilizzo di effetti, in una sintesi elettro-acustica che ha come interlocutori il jazz nordeuropeo e il post-rock.

 

 

 

 

 

Michele Cavallari
piano, live electronics, effects

Luca Fogagnolo
double bass, electric bass, theremin

Giuliano Ferrari
drums, Mandala sounds, glockenspiel

 

ZEROLABSTATION in concerto

  • PDF

 

Al CSA Depistaggio il tour dei 10 ANNI di Zero Lab Station

Members:
Gianluca Panaccione - voce,
Davide M. D'angelo - chitarra,
Antonio Gallo - basso,
Lino Barbiero - batteria

"Con questo loro disco, gli Zero Lab Station sono la perfetta sintesi dell’esigenza e della necessità di dare voce a chi voce non ne ha."
— Mirco Polidori, Zero Lab Station - Il mondo di sotto

"Un rock duro, hardcore, da combattimento, con chitarre taglienti e suoni sintetici, al servizio di un rap dai toni aspri, da lotta & rivoluzione. (...)"
— Antonio Cascarino, Zero Lab Station – Il Mondo Di Sotto

"(...) Energia, grinta e combattività sono fra le parole più usate per descrivere il disco, e questa recensione non si sente di smentire. E' vero, c'è tutto questo nella musica degli Zero Lab Station. C'è anche dell'altro, un grande impegno politico e sociale, a cui va un plauso senza remore. (...)"
— Marta Palazzo, Zero Lab Station - Il mondo di sotto


FUOSSERA - Presentazione ultimo cd "Sotto i riflettori" ***CONCERTO ANNULLATO****

  • PDF

 

293901 10150376001377628 32951787627 8170894 1537234390 nI Fuossera sono: ‘O Iank (Gianni De Lisa), Sir Fernandez (Pasquale Fernandez) e Pepp J One (Giuseppe Troilo).
Vengono da Piscinola, da quella Napoli nord troppo raccontata da Gomorra, che i Fuossera riescono a rappresentare nelle loro canzoni con un punto di vista originale e autonomo. C'e' sempre la possibilita' di scelta nei loro testi, se pur esplicitamente riconosciuta come difficile per chi vive stretto fra la latitanza delle istituzioni e la ferocia del cosiddetto "sistema". Pur non essendo "politiche", le liriche dei Fuossera risultano sempre profonde e vissute, uno spaccato verosimile e crudamente poetico del contesto sociale nel quale i componenti del gruppo sono nati e cresciuti.

Nel 2005 realizzano con i CoSang il brano “Poesia cruda”, vero e proprio manifesto stilistico e programmatico delle due band.

Nel 2007 esce "Spirito e materia", il loro debut album, impreziosito dalle collaborazioni con gli stessi CoSang, Marracash, Monsi du 6, Vincenzo da Via Anfossi. Viene accolto con entusiasmo da pubblico e addetti ai lavori.

Cofondatori insieme ai CoSang del brand Poesia Cruda, i Fuossera incrociano con questi ultimi numerose collaborazioni nei rispettivi lavori discografici e nell'omonimo Poesia Cruda Mix Tape Vol.1 uscito nel 2010.

Nel 2011 mettono al mondo il loro secondo album, che si chiama "Sotto i Riflettori", co-prodotto da Poesia Cruda Dischi e Vesuvio Live Music, stampato da Full Heads e distribuito da AudioGlobe.

"Sotto i riflettori", in uscita il 4 novembre 2011, si caratterizza per una maggiore solarita' e un più ampio uso di testi in italiano, pur senza abbandonare quell'idioma napoletano molto serrato che e' uno dei marchi di fabbrica del gruppo

 

Comunicato Stampa Ufficiale "SOTTO I RIFLETTORI"

Napoli è costantemente "Sotto i Riflettori", una condizione che la città subisce senza aver scelto, determinata da quegli stereotipi negativi e pregiudizi che troppo spesso determinano la sua immagine agli occhi dell'Italia e del mondo. E' questo il punto di partenza della riflessione che i Fuossera traducono in testi e musica nel loro secondo album.

Le loro canzoni raccontano un'altra Napoli, non solo possibile, ma che sperimenta ogni giorno straordinarie forme di resistenza, fra l'incudine di Istituzioni assenti e il martello della camorra. Un racconto che però sfugge a ogni "gomorrismo" di maniera, nel quale c'è sempre la possibilità di determinare le proprie scelte e il proprio destino.


I testi sono interamente scritti dai Fuossera mentre le produzioni sono state affidate a Geeno (Poesia Cruda - First Milion) che ha prodotto la maggior parte delle musiche dell'album, Granstà MSV (Puazze Crew -Biscuits), Mace, Dj Shablo, 2nd Roof, P-Eight (Dal Basso), Luchè (CoSang)
Tra i featuring troviamo i CoSang nel consueto Fuossera/CoSang Duetto che non deve mai mancare, i Club Dogo, Corrado, Akey, Caprice, VJovine e Enzo Padulano.