CSA Depistaggio

Wednesday, Nov 20th

Last update08:05:09 AM GMT

RSS Feed
You are here: ::live:: ALDOLA' CHIVALA' in concerto

ALDOLA' CHIVALA' in concerto

  • PDF

aldolachivala
Il progetto Aldolà Chivalà nasce nel 2009 dall'incontro tra Mauro Romano & Aldo Laurenza. Dopo svariati slam improvvisati in sessioni da studio Mauro riesce a mettere su nastro le liriche di Aldo vestendole di musica: elettronica, poesia e sample con la forma classica della canzone. La lingua che prevale è il dialetto napoletano oltre ad alcuni brani in italiano con qualche riff vocale in inglese. Dall'inizio del 2012 Aldolà Chivalà incontra Valerio Vittorioso che attraverso il video mapping rende ancora piu suggestive le performance del Duo. La parola slam, nel gergo americano, designa un impatto, una sberla; deriva dall'espressione 'to slam a door', letteralmente 'sbattere una porta'. Questo termine è stato associato ad un genere di poesia orale (sonora e vocale) per il suo potere di catturare lo spettatore e 'schiaffeggiarlo' con le parole, con le immagini, al fine di scuoterlo, di emozionarlo. È un'arte che nasce dalla strada (come il rap ai suoi inizi)e crea un legame tra scrittura e performance, focalizzata sulla parola e realizzata con grande economia di mezzi. È una poesia che mette in arte l'espressione popolare, declamatoria che è praticata nei luoghi pubblici (bar o altri luoghi associativi) sotto forma di testi quasi recitati, a ritmo serrato. Lo slam è considerato da molti come una delle forme più vive e rivoluzionarie della poesia contemporanea, una sorta di movimento a margine dei circuiti artistici tradizionali che, tra le altre cose, stabilisce un nuovo tipo di rapporto tra il poeta e il suo pubblico. Infatti, l'esistenza e il diffondersi dello slam dimostra come la poesia non sia qualche cosa di vetusto e alieno alla società moderna ma, al contrario, qualcosa di indispensabile e più che mai vivente. Come disse Mark Smith, il 'creatore' dello slam, 'la poesia non è fatta per glorificare il poeta, essa esiste per celebrare la comunità'.I valori fondamentali su cui si basa lo spirito dello slam sono la parola, il pensiero, il dialogo, la polemica e la critica ma al tempo stesso la tolleranza e l'apertura all'altro.

 

Stampa:

Aldolà Chivalà: musicali soliloqui aperti al pubblico

Aldolà Chivalà, chi si intrattiene lontano dalla tv, asciutta ma sterile. Chi sceglie di imparare cos'altro può essere la musica, quanto di te può raccontare. Report di uno show di poesia e sensazioni: Fabbricaria ha disposto palco e strumenti, voce e musica hanno raccontato un'arte: quella della trasposizione semantica della realtà, dell'improvvisazione congelata, non redatta. Nel momento in cui il pensiero musicale è stato ideato, è proprio in quel momento che un capolavoro è stato realizzato: così la pensano gli autori, così ce l'hanno presentata. La musica ha rievocato mille pensieri, colti in un solo istante, come centinaia di lucidi fotogrammi, descritti senza attendere alcun collegamento sinaptico tra percezione e redazione, d'impeto, d'impatto. Detto fatto, compiuto, raccontato. "É poesie stann mmiezz a vij": sono le poesie di tutti, sono le storie che ognuno ha dentro, sono i pensieri (un pò pippe e un pò poemi) di chi osserva da anni la realtà, la giudica, vi si conforma, ma si informa, di chi non ha smesso di chiarire a se stesso ciò che gli accade ogni giorno, quotidiano ed eterno "come il ripetersi continuo delle maree, delle eclissi". Aldo grida sommesso il ticchettio dei suoi pensieri, li ha presi al volo e li riporta live, faccia a faccia con chi li ascolta, mentre la base corre, le note (che, insisto, non vanno raccontate) hanno il sound perfetto della ricostruzione storica di un evento, già vissuto: così i pensieri si ripetono, l'uno l'altro, senza sosta, da te a me, da Aldo a te, da te a lui, e poi a me. Il dado è tratto (cito Aldolà) tutto è già avvenuto. Era ieri, nella Repubblica Indipendente di Fabbricaria Gaetano Corvino

ALDOLA' CHIVALA'.

Mauro Romano ed Aldo Laurenza presentano un live particolarmente crudo e diretto. Come stesso loro dichiarano, i brani sono capaci di: "Catturare lo spettatore e 'schiaffeggiarlo' con le parole e con le immagini, al fine di scuoterlo, di emozionarlo". In effetti è proprio questa la sensazione. I loro testi, prevalentemente in dialetto napoletano, rappresentano delle poesie senza rima che nascono dalla strada e che hanno la potenza di creare un'interessante fusione tra scrittura e performance. Un live che ha come suo fulcro la parola e le espressioni visive degli artisti. Una sorta di live semi-teatrale dove il sound si unisce a vere e proprie sceneggiature emozionali nella quale il duo recita i testi con abilità da oratore dinanzi ad un pubblico che non riesce a non rimanerne catturato. La loro performance è intrinseca di slam che a loro dire sono la dimostrazione che: "La poesia non è qualcosa di vetusto e alieno alla società moderna ma, al contrario, qualcosa di indispensabile e più che mai vivente". Suoni elettronici si mescolano a sonorità classiche, creando un contrasto che ben rispecchia l'animo degli Aldolà Chivalà. Roberto Tarallo Hit Do' Friariell. AldolàChivalà e sarà di nuovo Neapolitan Power. Ci metto la firma (e la faccia, la radio, la tele e il blog).

Gianni Simioli scrive: Vi presento con orgoglio gli Aldolà Chivalà, certo di farvi cosa gradita. Poi, se gli diamo tempo, spazio e adeguata promozione, questo progetto inventato da Mauro Romano & Aldolà contribuirà a rilanciare il tanto evocato ma disperso neapolitan power musicale (ci sono troppi dischi e troppi artisti ma sono sempre gli stessi dischi e sempre gli stessi artisti!). A quel punto sarà Napoli ha presentarlo al resto d'Italia. E, fidatevi di questo incallito dee- jay sempre curiosissimo e talent- scout per hobby, ci faremo un figurone. P.s. Non so se si è capito ma mi sento (arrogante?) tra i loro primissimi scopritori e me li sono trascinati anche in televisione dove sono nel cast fisso di Operazione San Gennaro!